• Working Days

    9AM - 9PM

  • Saturday

    10AM - 8PM

  • Sunday

    Closed

Orazio Anelli

scrub a base di zucchero

Scrub a base di zucchero per purificare il cuoio capelluto

Scrub a base di zuccherro? Potrebbe essere una soluzione casalinga per purificare il cuoio capelluto.

Il capello è un materiale particolare, composto da diversi elementi, fra cui lipidi, cheratina, acqua, squame, e fibre microscopiche.

Un capello sano si riconosce da quanto si presenta luminoso, forte e rigoglioso. Il suo stato di salute è determinato in primo luogo dall’alimentazione e dalla genetica, a seguire da fattori esterni come l’ambiente, il clima (più o meno umido, ventoso, ecc..). Anche i prodotti che utilizziamo per i capelli e i trattamenti a cui li sottoponiamo sono fondamentali per avere una chioma da invidia. É sempre bene utilizzare dei buoni prodotti e prendersi cura dei propri capelli con dei trattamenti che rispettano sempre il cuoio capelluto e che non risultano invasivi.

Come per viso e corpo, anche per capelli in forza, la bellezza parte dalla cute. Spesso non ci pensiamo ma anche il cuoio capelluto ha bisogno di essere purificato. Uno scrub a base di zucchero potrebbe essere una buona soluzione da provare per eliminare ogni residuo di smog, polvere e cellule morte. È consigliato in caso di prurito e forfora leggera. Se invece la pelle si squama è meglio consultare un medico.

Lo scrub a base di zucchero permette un’esfoliazione delicata che favorisce il rinnovamento cellulare e aiuta a ossigenare il bulbo e i tessuti. Ha una funzione seboregolatrice e dona ai capelli elasticità e struttura, anche in caso di debolezza del fusto.

Scrub a base di zucchero: come si prepara?

Per preparare il tuo scrub a base di zucchero basta mescolare il normale balsamo utilizzato solitamente dopo lo shampoo – mi raccomando, utilizzate sempre dei buoni prodotti e non fatevi guidare dalle super offerte nella vostra scelta – con un paio di cucchiai di zucchero, fino ad ottenere una crema.

I granelli dello zucchero esercitano una doppia esfoliazione, una di tipo meccanico data dallo sfregamento dei granuli sulla pelle e una di tipo chimico. Sciogliendosi infatti lo zucchero di canna produce acido glicolico (quello contenuto anche nella frutta) che aiuta ad eliminare le cellule morte, stimola la rigenerazione cellulare e migliora l’idratazione – e di conseguenza pure l’aspetto – dell’epidermide.

É sufficiente massaggiare una volta al mese una noce di balsamo unito allo zucchero sulla cute umida e lasciare in posa qualche minuto. Dopo lo scrub, si può procedere con i consueti trattamenti post shampoo.

Non ci resta che augurarvi buono scrub!

 

A cura di Sara Mancabelli – Biobeautiful Blog